Rivolta opposisizioni in Consiglio Comunale a Nuoro

Rivolta opposizioni in Consiglio Comunale a Nuoro


Seduta molto lunga quella di ieri in Consiglio Comunale a Nuoro.

Nel palazzo Comunale di via Dante ne sono successe veramente di tutti i colori.

Prima con la presentazione di pregiudiziali da parte delle varie opposizioni, controfirmate dalla minoranza tutta, che pur ben motivate vengono naturalmente bocciate per alzata di mano.

La discussione è viva e dura. Volano intimazioni di querele da parte della giunta e controquerele da parte dell’opposizione. Naturalmente non seguiranno i fatti come si augurava qualcuno della minoranza.


attimi concitati in Consiglio

La situazione diventa incandescente quando viene inizialmente respinto l’emendamento sottoscritto da tutta la minoranza a prima firma Mara Sanna (M5S).

Il documento su richiesta del Presidente Beccu è dichiarato inammissibile dal segretario Puledda, e il Presidente di Consiglio decide di non portarlo all’esame dell’aula.

I toni si alzano decisamente e il pubblico rumoreggia chiedendosi cosa trattasse l’emendamento.

L’opposizione non ci sta a essete tacciata e i toni diventano veramente alti tanto che a più riprese si chiede la sospensione.

In una di queste il Sindaco Soddu tenta invano una mediazione interloquendo nel suo ufficio prima con la maggioranza e poi convocando sempre nel suo ufficio la minoranza ma dovendola incontrare poi nei banchi.

Il Sindaco a colloquio con la minoranza

Nella maggioranza la posizione non è univoca e una consigliera sbotta che lei vorrebbe ascoltare la mozione.

La Minoranza fa notare che il Segretario Generale ha diritto ad esprimere un parere sulla mozione di cui si può tenere conto in votazione ma non di dichiarare la non ammissibilità perchè non rientra tra i suoi compiti e sfida il Presidente a fornire una sola regola scritta che avvalli la sua posizione di non portare al voto l’emendamento. Inoltre si fa notare anche che se questo atteggiamento fosse stato confermato, praticamente le opposizioni non potrebbero più presentare emendamenti che non fossero graditi al segretario (e alla Giunta?).

I toni si riscaldano ai tentativi del presidente di rimanere sulla sua posizione, ma alla fine è costretto a cedere.

La Mozione viene presentata e riguardava la Biblioteca Satta, praticamente dimenticata o sospesa in questo bilancio, e voleva istituire, per assicurarne la continuità, un fondo di 290.000 euro (la quota del Comune)   attraverso anche una riduzione del 20% delle indennità percepite dagli assessori.

Forse era per questo che si voleva evitare la presentazione e discussione?

 

 

 

 

Precedente Convocato il Consiglio Comunale il 29 giugno 2017 Successivo Convocato il Consiglio Comunale il 20 Luglio 2017

2 thoughts on “Rivolta opposisizioni in Consiglio Comunale a Nuoro

  1. Ma scusate, perché non avete chiesto anche una riduzione di alcuni stipendi scandalosi percepiti da alcuni dipendenti della biblioteca? Così, tanto per dire, parlate sempre di riduzione di stipendi d’oro e così via ma poi al momento di combattere tirate indietro la manina….

    • movimentiamonuoro il said:

      Per favore parli con elementi alla mano.
      Di quali stipendi d’oro parla? la maggior parte dei lavoratori della Satta erano soci di una cooperativa a cui non è stato rinnovato il contratto.
      Una sola persona percepisce una indennità da dirigente: il direttore. Ma il suo emolumento potrebbe essere considerato in linea con la posizione. Al limite si potrebbe contestare come svolge il suo lavoro.
      Comunque questi argomenti non erano oggetto della discussione in Consiglio.

I commenti sono chiusi.